02.02.2011

LIBRI, TANTI LIBRI

La Fiera del Libro per Bambini e Ragazzi di Bologna si avvicina. Con i suoi  premi, conferenze, convenzioni, mostre in un ambiente spettacolare in cui espositori di tutto il mondo fanno vedere quello che hanno di più interessante nel genere.

La Fiera di Bologna rinforza una sola costatazione: il libro per bambini dev’essere soprattutto coinvolgente e quanto di più si riesce a diversificare i modelli da proporre a loro, meglio. Non esistono regole, standard, limiti, istruzioni.

Un libro per bambini piccoli non dev’essere necessariamente pieno di immagini e con poco o nessun testo. Ai bambini piccoli piacciono le parole, purché siano dette bene.

Nemmeno devono essere necessariamente colorati, o in materiale resistente. Tutto dipende dalla storia e da quello che si vuole trasmettere.

Libri senza immagini, libri solo di immagini, libri in bianco e nero, libri grandi, piccoli, grossi, corti o lunghi, libro oggetto o libro portatore di testo, stile moderno o stile antico, illustrazioni elaboratissime o semplici, pulite, primitive. Non importa, tante sono le possibilità.

La cosa bella quando si tratta di libri per bambini è che, di alcun modo, la narrativa riesca a catturarli.

SCRIVI UN COMMENTO