07.01.2013

GUARDARE CON LE MANI – visioni cieche

a cura di Alice Cerri

 

Quante cose può cogliere uno sguardo? Pochi secondi, forse solo uno, per vedere centinaia di oggetti, visi, colori.
E quanto è facile immaginare ad occhi chiusi, quando la realtà viene immagazzinata in ogni istante.
Ma avete mai provato a guardare con le mani?
Io ho iniziato a farlo con Gabriele, un bambino ipovedente, praticamente cieco. Pensavo che guidarlo alla scoperta tattile dei materiali potesse bastare per iniziare a costruire un gioco insieme e naturalmente non è stato così.
E’ stato Gabriele a guidare me in un mondo di illimitate possibilità.
Raccoglieva materiali a manciate, li trasferiva sulle mie mani aperte dicendomi “Guarda! questi sono…” e una cannuccia poteva essere un tubo, una cannuccia, un grosso filo elettrico..
La rapidità con cui prendeva i materiali e me li passava per farmeli guardare con le mani, esattamente come faceva lui, è stato come lanciare uno sguardo sul tappeto e scattare un’istantanea di quanto ci circondava.
Ho sottovalutato le sue scarse potenzialità immaginifiche dovute all’assenza di una database di immagini di riferimento al pari del mio, per questo con lui ho lavorato in modo differente, ma ho capito quanto il suo apparente limite sia una ricchezza di esperienza piene, dense, sostanziose e sostanziali.
A lavoro finito Gabriele ha voluto scattare una fotografia del suo giocattolo, uno scatto compartecipato ed emozionante di un’esperienza unica.
Mezzora passata a vivere gli oggetti e non solo a vederli passivamente.
Chiudete gli occhi e vivete l’orizzonte.

1 COMMENTO

  1. Arnie SCRIVE:

    There are other things Quotes Chimp should look at. One is the ease of making claims. Some companies make the filing of claims easy by making access to adjusting services readily available in most neighborhoods. Others make processing of claims more difficult, so be sure to ask how each company handles this all-important aspect of the insurance relationship.

SCRIVI UN COMMENTO