04.02.2011

MICROGIOCATTOLO

Vorrei mostrarvi delle foto di un piccolo giocattolo costruito da un bambino di 7 anni con i materiali che aveva di fronte a sè. Questo è solo uno tra i tantissimi che ogni giorno sfilano davanti ai nostri occhi.

I laboratori proposti ai bambini sono ogni volta un esperimento, le variabili in gioco sono tantissime e cambiano in continuazione perciò questa ampiezza di possibilità ci porta a non poter mai prevedere con precisione cosa accadrà. Questo è decisamente il bello del nostro lavoro, spesso durante l’attività di laboratorio siamo lì a cercare di prevedere, un pò per gioco, i possibili usi di una forma o di un materiale, per fortuna i bambini spesso smentiscono le nostre previsioni conducendoci in territori sconosciuti dove davvero ogni cosa è possibile.

In questo caso il bambino è riuscito a mettere insieme pochi oggetti in una combinazione assolutamente originale e con una sintesi impressionante. Ha lavorato solo con quegli elementi senza cercare altro in giro per la stanza, è riuscito a valorizzare e sfruttare al massimo forme, colore, resistenza, funzionalità ed espressività di ogni singolo materiale… considero questo tipo di lavoro fatto dai bambini una specie di opera d’arte che ammiro con grande stupore pensando: “Quanto avrei voluto inventarlo io!”

1 COMMENTO

  1. Claudia SCRIVE:

    Quello che m’impressiona in questo giocattolo è l’espressività! La posa e “lo sguardo” del personaggio. Sembra uscito da un film di Guerra Stellare. Fantastico! Poi mi viene da pensare a come è una capacità sia dai bambini che da quelle persone geniali poter lavorare con il minimo. Micro in tutti i sensi.

SCRIVI UN COMMENTO