13.09.2017

EPIGENETICS

Vi chiederete come mai nel nostro sito parliamo di Epigenetica.. la prima motivazione e molto semplice, mesi fà presso il nostro Centro di Cormano, il BI, una troupe composta da  studenti della scuola di cinema Luchino Visconti ha girato un bellissimo documentario proprio sull’Epigenetica. La seconda motivazione rigurda invece il fatto che l’argomento dell’Epigenetica è davvero affascinante, apre prospettive immense e, in questo documentario è tutto spiegato in modo divertente e chiaro.

Un’altra notizia importante che proprio questo documentario girato dal regista Paolo Turro si è aggiudicato il premio Best student documentary al RAW Science Film Festival di Los Angeles!

Così il regista Paolo Turro: «Quest’anno focus del festival era l’esplorazione spaziale, perciò la sorpresa di vincere con un film sull’“infinitamentepiccolo”è stata ancora più grande.Con le autrici (Cristina Coppari, Noemi Punelli) e gli scienziati di EPIGEN, abbiamoscommesso in un restyling della scienza puntando su una narrazione e un impianto visivo che rendessero più immediati dei concetti complessi e che restituissero allo spettatore un’immagine della ricerca come atto profondamente creativo. Abbiamo cercato di guidare lo spettatore attraverso la metafora del gioco, in grado di lasciare una traccia visiva di concetti biologici complessi».

“Epigenetica. Come il nostro corpo memorizza il mondo”nasce dalla collaborazione tra la Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti e gli scienziati che lavorano al Progetto Bandiera Epigenomica (EPIGEN) ed è stato realizzato come film di diploma nel corso dell’anno accademico 2014/15. È il primo documentario italiano sull’epigenetica, scienza che studia come il DNA si comporta e risponde all’ambiente, permettendo agli esseri viventi di adattarsi rapidamente agli stimoli esterni. Attraverso l’utilizzo di diversi giochi (lego, flipper, biliardo, origami, ecc.) il documentario si pone il duplice obiettivo di aiutare lo spettatore nell’assimilazione dei concetti base dell’epigenetica, ma anche di raccontare il mondo della scienza diversamente, rispetto a come siamo abituati a pensarlo.

Vale davvero la pena guardare questo documentario.. Buona Visione! 

e noi siamo contenti che in qualche modo abbiamo collaborato a questo successo!

Grazie!

 

SCRIVI UN COMMENTO